cop-1

Al via la prima mostra virtuale di Altro Spazio D’arte

Condividi su

Siamo davvero fieri di potervi invitare alla nostra prima mostra virtuale “Collettiva prima AsD” nella speranza che non sia l’ultima, ma solo l’inizio di una nuova attività per noi, dedicata a chi si associa ad Altro Spazio D’arte APS.

Visita la mostra virtuale “Collettiva prima AsD

La mostra è stata realizzata insieme a un partner dinamico, giovane e intraprendente… Studio Creativo Paparuga di Milano sempre deciso nei propri obiettivi e che si occupa di promozione e produzione culturale attraverso attività di Project e Service Designer.
Con Paparuga mesi fa è nata una bellissima collaborazione che ha iniziato a dare frutti come l’evento che vi andiamo a presentare.

La mostra si svolge fino al 10 luglio all’interno della nostra galleria virtuale “Plumeria Gallery”, una galleria pensata nel periodo di lockdown e nata dalla voglia di creare uno spazio dove far esporre i nostri soci.

Abbiamo deciso di organizzare questa mostra virtuale d’arte contemporanea in occasione del nostro primo anno di vita della nostra associazione perché è un tipo di attività in cui crediamo molto e su vogliamo puntare anche in futuro.

L’iniziativa inoltre risponde anche alla nostra mission, che si sostanzia nella promozione di artisti figurativi mediante nuovi mezzi espositivi e comunicativi. Gli artisti che aderiscono alla collettiva fanno tutti parte della nostra associazione e sono una parte di nostri soci che hanno voluto sperimentare con noi questo tipo di evento, entrare in contatto con l’osservatore, che potrà apprezzare in modalità virtuale/interattiva le opere di ciascuno di loro.

La mostra raccoglie 22 opere molto diverse per stile e tecnica: gli artisti che esporranno, provenienti da tutta Italia, si raccontano infatti attraverso le diverse forme dell’arte contemporanea.

Gli undici artisti che espongono sono (in ordine alfabetico): 

Tra di loro c’è già chi ha dimestichezza con esposizioni virtuali e nazionali, ma c’è anche chi è agli ancora inizi del proprio percorso artistico e decide di trovare i mezzi e il modo per mostrare il proprio talento artistico. D’altro canto, la mostra nasce anche da un amore “democratico” per l’arte, ossia dal desiderio di dare spazio a tutti gli artisti dell’associazione che hanno deciso di comunicare e raccontarsiattraverso l’innovativo mezzo del virtuale.

Abbiamo chiesto a una curatrice d’arte ed esperta di Crypto art, Alicia Viola, un suo parere sull’arte digitale oggi e il mondo virtuale.
«L’arte sta attraversando un’era dove tutto viaggia alla velocità della luce e, insieme al cosmo, cambia costantemente anche lei. Ci ritroviamo di fronte a molteplici possibilità di linguaggio, ciascuno dei quali si evolve giorno dopo giorno grazie anche alla fruizione delle nuove tecnologie e ad un orizzonte digitale senza confini e senza eguali. Gli artisti vengono chiamati a raccontare la società del tempo e il futuro dei nostri giorni. Non si può più pensare ad un futuro senza una fruizione digitale e soprattutto senza una fruizione più democratica dei contenuti che vengono prodotti. Come specchio del nostro tempo il digitale è diventato non solo parte integrante delle nostre vite, ma una vera e propria estensione biologica della quale non possiamo più farne a meno. Mediante una rete che ci induce a restare sempre più connessi, l’arte è riuscita anche in questo campo a ritagliarsi un vero e proprio spazio raggiungendo pubblici diversificati e, al contempo, gli artisti hanno costruito le fondamenta per un nuovo concetto di comunità e inclusione».

Anche secondo noi la realtà virtuale è uno strumento che ogni giorno guadagna fiducia e interesse da parte di artisti, gallerie e istituzioni che vedono in questo mezzo la possibilità di arrivare velocemente al fruitore. L’interazione con le opere è immediata, è un’esperienza sensoriale diversa rispetto alla mostra in presenza. Per molti la comodità di avere una galleria disponibile e aperta a tutte le ore rappresenta la possibilità/libertà di avvicinarsi all’arte in qualsiasi momento.

La “Collettiva prima AsD” sarà visitabile sul sito di Altro Spazio D’arte nella sezione “virtual tour- Plumeria Gallery” o più comodamente nella homepage del sito.
Basterà accedere mediante un link tramite smartphone, tablet o computer. Nella galleria sono indicati alcuni punti dove posizionarsi per ammirare le opere che spaziano dall’illustrazione, alla pittura, alla scultura 3d. Ogni opera è corredata da una scheda informativa e da una traccia audio con la descrizione dell’opera stessa e del suo artista. Chi è in possesso dei visori per la realtà virtuale potrà utilizzarli attivandoli all’ingresso della galleria.

Oltre a Paparuga abbiamo avuto il piacere e l’onore di avere al nostro fianco come supporto “Pioppi e Betulle” home holiday and more, un luogo di condivisione, uno spazio per conoscere e conoscersi. Pioppi e Betulle sostiene l’arte in tutte le sue forme, predisponendo spazi all’aperto ai fini espositivi e aree di coworking circondate dal verde. Andrea è un imprenditore attento al territorio in cui lavora e propone ai propri ospiti quella magia che il paesaggio regala.



Comments are closed.