copertina

“MoltiMondi” in mostra alla Torrefazione Vittoria

Condividi su
Dal 17 dicembre al 4 febbraio 2023 “MoltiMondi” mostra di Lucy Signorelli a cura di Walter Borghisani, presso Torrefazione Vittoria Via Ferrabò 4, Cremona.

MoltiMondi è un progetto alla ricerca della continua evoluzione delle forme che costruiscono spazi naturali, al modo in cui li costruiscono, e che si combinano alla percezione che l’artista ha di essi.
Sono dei mondi possibili, è la moltitudine degli ecosistemi invisibili. Paesaggi in continua evoluzione, costituiti da elementi che li modificano e li costruiscono di volta in volta, che prendono ispirazione dal mondo naturale e si uniscono all’immaginario dell’artista creando nuove percezioni dello spazio. Dietro l’apparente semplicità delle sue linee il processo creativo è complesso.

“Da piccola associavo spesso i colori ai luoghi, alle cose e, a volte, alle persone. Se pensavo ad un luogo, ad esempio, dove stavo bene ecco che visualizzavo un colore che descriveva quella sensazione. Oggi quei colori, che nel tempo si sono evoluti in mille sfumature, li associo alle forme dei mondi che disegno”. Lucy Signorelli

MoltiMondi sono dei mondi possibili, è la moltitudine degli ecosistemi invisibili.  
MoltiMondi sono paesaggi in continua evoluzione, costituiti da elementi che li modificano e li costruiscono di volta in volta, che prendono ispirazione dal mondo naturale e si uniscono all’immaginario dell’artista creando nuove percezioni dello spazio. 
Dietro l’apparente semplicità delle sue linee il processo creativo è complesso: si è in presenza di un metodo e di una procedura iterata, come esercizio e come ricerca, un numero di volte indefinito. Probabilmente infinito.
Sono forme che si evolvono, certamente si ripetono, e rimandano ai frattali ed alla loro dimensione misteriosa e scientifica. Quella dei MoltiMondi è anche una teoria che ipotizza che “ogni qual volta il mondo deve affrontare una scelta a livello quantistico, l’universo si divide in due (ovvero in tante parti quante sono le scelte possibili), di modo che vengano realizzate tutte le possibili opzioni.”

Quindi ogni scelta rappresenta un mondo possibile.
“Ho sempre sentito un forte legame con il mondo naturale, sono sempre stata affascinata dalla perfezione delle sue forme, dai milioni di colori che genera, dagli spazi che costruisce, soprattutto dalle possibilità infinite in cui si possono evolvere e dal rapporto simbiotico di tutti gli elementi”. Lucy Signorelli

Ed è in questo “continuo alternarsi” tra interno/esterno, reale e sogno, cuore e cervello che trova un equilibrio il linguaggio di Lucy. La sua natura. Le serie che vengono presentate, assieme a “MoltiMondi”, sono “Landscapes” e “Magical plants”, rispettivamente l’incipit della ricerca di Lucy e un focus sugli elementi che la compongono.  

Chi è Lucy Signorelli
Lucy Signorelli studia Arti Visive all’accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo. La sua ricerca, basata sull’investigazione dello spazio fisico e del rapporto tra le sue dimensioni pubblica e privata, si è evoluta in un’autoanalisi confluita nella creazione di mondi e micromondi immaginari e del racconto che ne è conseguito. Passando dalla fotografia all’illustrazione, dall’immagine tridimensionale all’illustrazione bidimensionale, dalla realtà all’immaginazione, è costantemente alla ricerca di un equilibrio tra le forme.
Il suo processo creativo trae ispirazione dai meccanismi attraverso cui il mondo naturale, e tutto ciò che lo abita, costruisce nuovi paesaggi. Predilige una palette dalle tonalità tenui e luminose. Ha effettuato varie esposizioni a livello nazionale e collabora attivamente con la moda italiana in ambito visuale.

Comments are closed.